Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Metamodello Aspic ARSA
Studenti e Futuro

Le Competenze Trasversali

Le competenze trasversali e le abilità relazionali

Le competenze, in base alla categorizzazione dell'ISFOL, si possono distinguere in competenze di base, tecnico-professionali e trasversali. Mentre, la definizione operativa di competenza data dall'European Qualifications Framework (2008), è quella di: comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale.

Oggi le competenze trasversali sono particolarmente apprezzate e ricercate dalle aziende e sono ritenute di grande valore aggiunto.

Le competenze trasversali o soft skill generali più richieste nel lavoro sono:

  • autonomia;
  • capacità di lavorare in gruppo;
  • flessibilità;
  • adattabilità;
  • organizzazione del proprio lavoro;
  • disponibilità ai rapporti interpersonali;
  • capacità di ascolto e di comprensione dei bisogni dei clienti interni ed esterni;
  • leadership;
  • problem solving;
  • negoziazione;
  • coordinamento e gestione di reti relazionali;
  • creatività e innovazione;
  • decision making (capacità di prendere decisioni e scegliere tra alternative);
  • capacità gestionale;
  • capacità di analisi e sintesi;
  • intelligenza sociale ed emotiva;

Anche se le competenze trasversali non sono specifiche dei vari ruoli professionali, in base al tipo di lavoro svolto o alla funzione ricoperata saranno ritenute più importanti alcune piuttosto che altre.

Fra tutte, l'intelligenza emotiva che implica la capacità di autoregolazione emozionale costituiscono le fondamenta su cui costruire le altre.

Le competenze trasversali o soft skills sono trasferibili nelle diverse situazioni lavorative e anche in altre aree della propria vita.

Presupposti per attuare questa trasferibilità sono: 

  • averne consapevolezza ed essere in grado di riconoscerle;
  • averne padronanza;
  • poterle esercitare con flessibilità e adattabilità, in maniera funzionale ai contesti specifici.

Anche nelle esperienze di mobilità territoriale, le soft skills facilitano un più rapido ed efficace adattamento nel nuovo ambiente, sia lavorativo che inerente alla vita privata (Eures, European Mobility Portal). 

ASPIC LAVORO gestisce un'"Officina delle competenze" per lo sviluppo e la formazione specifica sulle competenze trasversali, dove si costruiscono percorsi modulari personalizzati, rilasciando un'attestazione relativa al percorso individuale e alla formazione ("Bollino Verde"). 

Se desiderate sapere di più sulle soft skills e su come poterle sviluppare, contattateci.

 

Licenza Creative Commons Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons

 

AccreditamentoAspic Lavoro Aps - accreditata e registrata come Agenzia per il Lavoro nella sub-sez. 3.1 dell'Albo Informatico del
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dal 31/7/2015 - Cod. Fiscale: 97822820581

Iscrizione nel Registro Regionale del Terzo Settore - DIREZIONE SALUTE E POLITICHE SOCIALI DELLA REGIONE LAZIO (L.R. 22/1999) con Determinazione n. G07896 dell'11/07/2016.